giovedì 30 novembre 2017

Influenza non ti temo







Piatti Costa Nova, distribuiti da Livellara

Prevenire é meglio che curare.

E la ricetta di oggi é un toccasana per i primi sintomi dell'influenza.
Sono abbastanza restio a prendere medicine se non necessario e, quando inizio a sentire i primi brividi di freddo e dolori muscolari vari ed eventuali, preferisco prepararmi questa zuppa, che altro non é che l'upgrade del brodo di pollo, il classicissimo antinfluenzale della nonna. Zuppa che é veramente semplice da preparare, date retta a me, che già con 37° vago per casa avvolto nelle coperte.
Il brodo é quello classico, preparato con sedano, carota, cipolla e pollo; io ho usato il petto, che tengo sempre in freezer. Sarebbe meglio il pollo intero, anzi, a dirla tutta il top sarebbe la gallina. Ma andremmo sul complicato...il petto di pollo va più che bene.
L'upgrade é dato da zenzero, limone ed aglio; tutti ingredienti con alto potere antibatterico naturale, che sono un toccasana contro influenze&co.
E il bello di questo brodo é che lo si prepara in quantità la prima volta, poi si vive di rendita per i giorni successivi. Io ci ho preparato una zuppa di pasta, ma si può usare anche del riso, oppure berlo così com'è...vi farà bene in qualsiasi caso e non ci sono controindicazioni ;)

Zuppa di Pollo
dosi | 6 persone
petti di pollo interi | 2
pasta mista | 300 gr
carote | 4 medie
sedano | 3 coste
zenzero | un pezzo da 5 cm circa
aglio | 6 spicchi
salvia | un rametto
timo | un rametto
olio evo | 3 cucchiai
sale&pepe | qb

In una larga pentola mettere due carote pelate e tagliate a pezzi, due coste di sedano, anch'esse tagliate a pezzi, la cipolla lavata bene, tagliata a metà ma non sbucciata, gli spicchi d'aglio, i petti di pollo tagliati a metà, lo zenzero tagliato a fette grossolane, il succo e la scorza del limone, qualche grano di pepe ed il sale. Coprire con abbondante acqua fredda e portare ad ebollizione; coprire in parte la pentola con il coperchio e lasciare sobbollire a fuoco basso per un'ora abbondante, controllando che il petto di pollo sia ben cotto. Spegnere poi il fuoco e tenere da parte.
In un'altra pentola far scaldare l'olio, poi aggiungere le foglie del rametto di salvia, quelle del timo, e sedano e carote rimasti, tagliati a fette di circa 3 mm; lasciare rosolare per un paio di minuti, poi aggiungere la pasta e far cuocere ancora un paio di minuti. Coprire a filo con il brodo caldo e portare a cottura la pasta, aggiungendo altro liquido, se necessario; completare con dei pezzi di petto di pollo e servire subito la zuppa, ben calda.

Il consiglio di Joe Toastino
Mettete il pollo rimasto in un contenitore, versateci sopra il brodo filtrato, in modo da eliminare le verdure e conservatelo in frigorifero per un paio di giorni. 

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...