martedì 24 ottobre 2017

E con questo sono tre



Come non detto.

Secondo il calendario siamo in autunno, metereologicamente parlando però non sembrerebbe proprio; al mare si fa ancora tranquillamente il bagno e in città, di tirare fuori i cappotti, non se ne parla.
E questo caldo fuori stagione si ripercuote anche sui prodotti del mercato; ci sono ancora in giro delle pesche, neanche fossimo in pieno agosto. Lo stesso vale per i fichi: belli e profumati. Ho quindi voluto provare a prenderne un po', senza nessuna aspettativa in realtà, e vedere se erano anche mangiabili oltre che carini da guardare...e guarda un po', buonissimi, dolci al punto giusto.
Talmente buoni che ho voluto provare ad usarli per preparare un pan brioche che mi ero segnato tempo fa: la ricetta originale prevede l'utilizzo dei fichi secchi...ma avendo questi freschi, tanto valeva provare :)
Ve ne ho già proposti due qui sul blog: uno classico e l'altro di zucca e nocciole. Questa volta è senza burro, sostituito da olio extra vergine di oliva e con, appunto, i fichi; sono profumati da arancia, limone e ridotti in purea. 
Vi devo dire però una cosa: con le dosi della ricetta viene un pan brioche decisamente grande, e la treccia in cui avevo modellato il pan brioche non ci sarebbe stata assolutamente stesa in lunghezza nel forno; per questo, una volta formata, l'ho poi arrotolata su se stessa, in modo che potesse lievitare tranquillamente, senza debordare ovunque.
Il risultato é ottimo, anche perché sulla superficie ho messo una spolverata di fior di sale, il che lo rende perfetto anche per preparare dei golosi toast ;)

Pan Brioche ai Fichi
dosi | 10 persone
fichi | 200 gr
farina 00 | 500
lievito di birra liofilizzato | 7 gr
miele | 80 gr + un cucchiaino
uova | 3
olio evo | 80 ml
acqua tiepida | 160 ml
limone | uno
arancia | una
fior di sale | qb
sale&pepe | qb

Mescolare il lievito e un cucchiaino di miele nell'acqua tiepida e tenere da parte per 5 minuti.
Nella ciotola dell'impastatrice versare il mix di lievito con il resto del miele, l'olio, e due uova. Mescolare bene e poi aggiungere un cucchiaino e mezzo di sale e la farina; lavorare con il gancio per impasti fino a che non appiccicherà più e sarà liscio. Nel caso aiutarsi con altra poca farina.
Trasferire l'impasto in una ciotola unta d'olio, coprire con della pellicola trasparente e lasciare lievitare per un'ora, o fino al raddoppio del volume.
Nel frattempo lavare bene i fichi, tagliarli a pezzi grossolani e metterli in un pentolino assieme alla scorza del limone, il succo di arancia, un pizzico di sale ed uno di pepe. Coprire a filo con acqua, portare a bollore e cuocere a fuoco medio fino a che i fichi non saranno morbidi; passare poi con il frullatore ad immersione e lasciare raffreddare.
Riprendere l'impasto e dividerlo in tre parti; stendere ognuno dei tre pezzi in un rettangolo lungo e stretto (circa 60x20 cm) e spalmarlo con il composto di fichi. Arrotolarlo dalla parte della lunghezza, stando attenti che sia ben sigillato e poi, assieme agli altri due pezzi di impasto, formare una treccia; arrotolarla poi su se stessa e trasferirla su una teglia foderata con carta da forno; lasciarla lievitare al tiepido per un'ora.
Spennellare il pan brioche con l'uovo sbattuto, cospargerlo di fior di sale e cuocere in forno caldo a 190° per 40 minuti circa, fino a che la superficie non sarà ben dorata e uno stecchino di legno, infilato nel centro, non ne uscirà asciutto. Lasciare raffreddare su una griglia per dolci e servire.
Il pan brioche si conserva morbido per qualche giorno in un sacchetto di cotone; lo si può surgelare a fette e poi scaldare in una padella antiaderente o nel tostapane.

Il consiglio di Joe Toastino
Se non avete l'impastatrice potete preparare l'impasto anche a mano; servirà solamente più olio di gomito ;)

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...