venerdì 22 settembre 2017

Tempo di zuppe

Ciotola Maxwell&Williams, distribuito da Livellara

Ecco l'autunno.

Forse forse ci siamo lasciati alle spalle il caldo estivo ed è tempo di iniziare a pensare alle castagne, zucche, maglioni caldi e passeggiate nei boschi.
Ma anche alle zuppe. Che sono il piatto autunnale per eccellenza, facili e da preparare e perfette per riscaldare il corpo e lo spirito.
La base è fondamentalmente sempre quella; un bel soffritto di sedano, carota e cipolla, patata per dare cremosità e poi ingredienti a piacere, tutto va bene una volta che finisce in pentola :)
In questo caso una zuppa di mais; un ingrediente poco considerato in cucina dalle nostre parti, a differenza dell'America, dove viene utilizzato per molti piatti, anche dessert. 
Ed è veramente un peccato relegarlo solamente ai popcorn o come ingrediente per insalate miste; in versione fresca, preso direttamente dalla pannocchia, è veramente interessante e versatile. Lo si può usare per preparare delle frittelle, o per dare una consistenza diversa ad una frittata, per esempio; oppure dentro ad una zuppa, come nella ricetta di oggi :)
Zuppa caratterizzata da un retrogusto leggermente dolce; per bilanciarlo la si accompagna con un pesto super veloce ottenuto frullando qualche foglia di basilico, olio e mandorle. Niente di complicato, ma la zuppa è veramente buona. Anzi, se vi avanza, il giorno dopo è ancora meglio...provare per credere!

Zuppa di Mais
dosi | 4 persone
pannocchie fresche | 2
sedano | due coste
cipolla bianca | una media
aglio | 2 spicchi
patate | due medie
carote | due
brodo vegetale | qb
basilico | una manciata di foglie
alloro | una foglia
mandorle | 30 gr
olio evo | 8 cucchiai
sale&pepe | qb

Togliere le foglie alle pannocchie e, con un coltello ben affilato, ricavarne i chicchi.
In una pentola capiente scaldare 4 cucchiai d'olio e far soffriggere la cipolla e l'aglio tritati, fino a che non saranno morbidi e dorati. Aggiungere il sedano e le carote tagliati a pezzi di mezzo centimetro circa, poi le patate pelate e ridotte a cubetti di un paio di centimetri; versare a filo il brodo caldo, portare a bollore e lasciare cuocere per 10 minuti. Unire il mais e continuare a cuocere per altri 10 minuti, aggiungendo dell'altro brodo, se necessario.
Passare circa metà della zuppa con il frullatore ad immersione, rimetterla nella pentola mescolare bene, regolare di sale e pepe e servirla con il basilico frullato assieme alle mandorle, un pizzico di sale e quattro cucchiai di olio.

Il consiglio di Joe Toastino
La zuppa la si può anche personalizzare a piacere con delle spezie. In questo caso stanno benissimo del curry leggermente piccante ed un pizzico di curcuma. Basterà aggiungerli all'inizio, quando si soffriggono cipolla ed aglio.

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...