venerdì 28 aprile 2017

I Toast di Joe Toastino_Fragole e More

Tempo di fragole!

E noi iniziamo a proporvi ricette con questi buonissimi frutti.
Partiamo con un toast, tanto facile da preparare quanto scenografico; la base é sempre quella del nostro pancarré, mentre per la farcitura abbiamo giocato con i colori.
Due creme di formaggio color pastello, leggermente speziate e addolcite con un filo di miele, sui cui adagiare le fragole. In realtà la crema doveva essere solo di fragola, ma poi abbiamo trovato anche delle bellissime more...perché privarsene? ;)
Il risultato è un toast primaverile e freschissimo, bello da vedere, ma ancora più buono da mangiare, provatelo!





Lavare bene fragole e more ed asciugarle.
Mettere nel mixer mezzo caprino o due cucchiai di formaggio spalmabile, 4 grosse fragole tagliate a pezzi, un pizzico di cannella e un filo di miele; azionare l'apparecchio fino ad ottenere una crema omogenea.
Preparare la crema di more allo stesso modo, sostituendo la cannella con un pizzico di cardamomo.
Far tostare una fetta di pancarrè, spalmare le due creme, adagiarci sopra fragole e more e servire subito.

giovedì 20 aprile 2017

Pace fatta


Siamo arrivati ad una conclusione.

Le torte salate ci garbano proprio. Ah sì.
Perché dentro ci si può mettere veramente quello che si vuole e in più sono anche veloci da fare. Anche mettendosi a impastare con le proprie mani la base. Davvero!
Fino a qualche tempo fa anche noi ripiegavamo sulle basi pronte da supermercato; non che non siano buone eh, ma fatte in casa sono decisamente meglio e, come per il ripieno, sono personabilizzabili in mille modi diversi.
Questo cambio verso l'impasto home made è perchè abbiamo fatto pace con la pasta frolla. Nel senso che non riuscivamo proprio a stenderla, succedeva sempre un disastro; poi un'amica ci ha svelato il suo trucco per la frolla perfetta: lasciarla riposare in frigorifero più tempo possibile, magari anche una notte intera, in modo che il burro nell'impasto abbia il tempo di compattarsi. E poi si stende che é un piacere :)
Superato questo scoglio, ci siamo messi a sperimentare e, ve lo diciamo, non abbiamo nessuna nostalgia degli impasti già pronti. Ok, si tratta solo di organizzarsi e mettersi a prepararli il giorno prima, ma ci si impiegano veramente 10 minuti, poi basta mettere in frigorifero e andare a dormirci sopra :)
Per la torta di oggi vi proponiamo un impasto a base di farina di mais, che lo rende più croccante e con una consistenza diversa, tipo quella delle patatine tortillas di mais. E il ripieno? Anche qui abbiamo sperimentato con una cosa mai provata: di solito usiamo ricotta a cui aggiungiamo uova e un goccio di panna o yogurt e poi il resto degli ingredienti; questa volta invece abbiamo utilizzato crème fraîche e uova, con asparagi e pancetta.
E visto che la stagione dei picnic si é ufficialmente aperta con Pasquetta, questa torta salata è perfetta da portare ad un pranzo al parco.
O al mare.
O in montagna.
Insomma...avete capito ;)

Torta agli Asparagi e Pancetta
dosi | 8 persone
farina 00 | 80 gr
farina di mais o farina per polenta istantanea | 170 gr
burro | 120 gr
acqua fredda | 80 ml
crème fraîche | 500 gr
uova | 3
asparagi | un mazzo
pancetta | 100 gr
timo | un rametto
sale&pepe | qb

In una ciotola mescolare le due farine, un pizzico di sale e il burro freddo tagliato a pezzetti. Lavorare con la punta delle dita fino ad ottenere delle grosse briciole, poi unire l'acqua fredda. Lavorare velocemente fino ad avere un panetto liscio, poi avvolgere nella pellicola da cucina e lasciare riposare in frigorifero tutta la notte.
Riprendere l'impasto, stenderlo nello spessore di circa 3mm e foderare uno stampo da 24 cm di diametro; bucherellare l'impasto con una forchetta, coprire con della carta da forno e versare nello stampo dei fagioli secchi. Cuocere a 180° per 15 minuti, poi eliminare i fagioli secchi e la carta da forno e continuare a cuocere per 10 minuti, o fino a che la pasta non è dorata.
Nel frattempo lavare gli asparagi, tenere da parte le punte e tagliare sottili i gambi. In una padella far cuocere la pancetta fino a che non sarà ben dorata, scolarla e cuocere nella stessa padella i gambi e le punte degli asparagi per 10 minuti circa o fino a che non sono teneri.
In una grossa ciotola versare la crème fraîche, le uova, pepe, le foglioline del timo e mescolare bene con una frusta; unire la pancetta, i gambi degli asparagi e, se serve, regolare di sale. Versare il composto nella tortiera, completare con le punte degli asparagi e continuare la cottura in forno per 30 minuti o fino a che il composto non è sodo.
Lasciare intiepidire e servire.

Il consiglio di Joe Toastino
Se non trovate la crème fraîche, potete sostituirla con metà ricotta e metà yogurt denso, il risultato sarà molto simile.

venerdì 14 aprile 2017

Panini di Pasqua



"Half for you and half for me, between us two shall goodwill be"


Ovvero: metà per me, metà per te, tra di noi amicizia ci sarà.
Suona più o meno così questa frase che due persone devono pronunciare per garantirsi l'amicizia per l'anno a seguire. Pronunciata condividendo un hot cross bun. Che altro non é che un panino dolce, preparato il Venerdi Santo nei paesi anglosassoni.
La particolarità di questi panini è la croce che viene disegnata sopra, con una glassa di farina ed acqua, prima di infornarli; di modo che, una volta cotti, le croci risaltino sul fondo dorato. Un vezzo estetico, ma con un significato religioso: infatti ricordano la crocifissione. Ecco anche spiegato perché tradizionalmente vengono preparati il Venerdì Santo.
Ne avevamo già viste parecchie di ricette su internet, ma sempre con la coda dell'occhio...lette distrattamente e poi messe da parte in un angolino della mente per tempi futuri. Che sono arrivati e quindi é ora di proporveli. Giusto in tempo per Pasqua :)
Come dicevamo, sono dei panini morbidi morbidi, aromatizzati alla cannella, arricchiti con uvette e completati, appena usciti dal forno, con una spennellata di marmellata di albicocche, in modo da renderli belli lucidi.
Si mangiano poi tiepidi con del buon burro e della ancora più buona marmellata; tra l'altro rimangono soffici per parecchi giorni, senza perdere la loro fragranza.
Noi li abbiamo messi in una teglia rotonda, ma andrà benissimo una quadrata. Oppure si possono mettere singolarmente sulla placca del forno. Decidete voi come più vi piace...l'importante é condividerli con gli amici :)

Buona Pasqua!

Hot Cross Buns
dosi | 12 panini
farina 00 | 630 gr + 30 gr
burro | 50 gr
uova | uno
zucchero | 100 gr
lievito di birra secco | 1 cucchiaio 
cannella | 2 cucchiaini
uvette | 250 gr
latte intero | 370 gr
arancia | una
limone | uno
marmellata di albicocche | 3 cucchiai


In una larga ciotola versare il latte tiepido, due cucchiai di zucchero e il lievito; lasciare da parte per 5 minuti.
Aggiungere poi la farina, il burro fuso, l'uovo, la cannella, l'uvetta ammollata e scolata, la scorza grattuggiata dell'arancia e del limone e lo zucchero rimasto. Impastare fino ad avere un panetto liscio, poi trasferirlo in una ciotola unta con un filo d'olio, coprirla con un canovacio e lasciare lievitare al tiepido per un'ora, o fino al raddoppio del volume. Riprendere l'impasto, lavorarlo brevemente e dividerlo in 12 parti uguali; formare delle palline e metterle in una teglia imburrata. Lasciare lievitare un'ora ancora, poi, con una tasca da pasticcere, disegnare sui panini delle croci con la glassa preparata con 30 gr di farina e 30 gr di acqua. 
Infornare a 200° per 30/35 minuti, provando la cottura con uno stecchino di legno. Togliere dal forno e spennellare con la marmellata di albicocca, fatta scaldare in un pentolino per renderla fluida. Servire tiepidi con burro e marmellata.

Il consiglio di Joe Toastino
Se vi piace, potete rendere più ricchi questi panini aggiungendo all'impasto 50 gr circa di cedro o arancia canditi.

lunedì 10 aprile 2017

Primavera nel piatto



Pasta fresca.


Che ne dite?

Almeno una volta a settimana ci mettiamo a farla. 
Ed é veramente facile da preparare...certo, a meno di fare ravioli o altre paste ripiene, un poco più laboriose; ma se si tratta di tagliatelle, come in questo caso, si può portare tutto in tavola nel giro di un'oretta, sugo compreso. 
Noi abbiamo una macchinetta per tirare la pasta, di quelle a manovella; se ne siete sprovvisti non vi resta che il mattarello...un poco più faticoso ma comunque perfetto, è in più si risparmia sulla palestra ;)
Per il sugo ci siamo fatti invece ispirare dalla primavera e dalle verdure che iniziano ad essere abbondanti sui banchi del mercato: una bella crema di zucchine con piselli freschi e pomodoro crudo. Tutti sapori molto delicati, forse un pochino troppo a pensarci bene. Ed è per questo che abbiamo fatto cuocere i piselli con del curry; quel tanto che basta per dare quella nota aromatica è leggermente piccantina perfetta per dare una bella spinta a tutto il piatto.
Come dicevamo, in un'oretta é tutto pronto, se poi le cose si fanno in due, o più, si velocizza il tutto. Anzi, perché non pensare di prepararla assieme agli amici per una cena? Invitateli e mettetevi con loro ai fornelli, sarà tutto molto più divertente :)


Tagliatelle Primaverili
dosi | 4 persone
farina 00 | 270 gr
semola di grano duro | 30 gr
uova | 3
piselli freschi sgranati | 200 gr
zucchine | 3
cipolla bianca | una media
pomodori | 3
aglio | uno spicchio
timo | due rametti
curry | 2 cucchiaini
olio evo | qb
sal&pepe | qb

Preparare le tagliatelle mescolando assieme farina, semola e un pizzico di sale. Formare una fontana, versarci dentro i tuorli e gli albumi appena sbattuti. Impastare fino ad ottenere un panetto liscio ed omogeneo, poi avvolgerlo in pellicola trasparente e lasciarlo riposare 15 min.
Riprendere l'impasto, stenderlo sottile con la macchina per la pasta o con il mattarello e ricavare le tagliatelle; cospargerle con poca farina, eliminare quella in eccesso e trasferire su un vassoio.
Nel frattempo tagliare a cubetti i pomodori, elimimando la parte acquosa ed i semi, e metterli una ciotola; condirli con sale, pepe, un goccio d'olio e lasciare riposare.
Tritare la cipolla e metterla in una padella con 3 cucchiai d'olio, lo spicchio d'aglio sbucciato e i rametti di timo; far soffriggere fino a quando la cipolla non è trasparente, poi aggiungere le zucchine tagliate a fette. Salare, pepare e farle cuocere a fuoco basso fino a che non saranno morbide; eliminare poi l'aglio, il timo e passare il tutto con il frullatore ad immersione, ottenendo una crema liscia.
In un'altra padella versare un paio di cucchiai d'olio e farci rosolare i piselli per un paio di minuti; salare, pepare, aggiungere il curry, versare a filo dell'acua calda, coprire e lasciare cuocere a fuoco medio fino a che l'acqua non sarà consumata e i piselli cotti. Nel caso fossero ancora un poco crudi aggiungere un altro goccio d'acqua.
Cuocere le tagliatelle al dente in acqua salata, poi versarle nella padella con la crema di zucchine, aggiungendo un paio di cucchiai di acqua di cottura della pasta, in modo da far amalgamare il tutto. Impattare e completare con i piselli al curry e i cubetti di pomodoro.

Il consiglio di Joe Toastino
Questa crema di zucchine potete variarla aggiungendo un paio di cucchiai di formaggio cremoso, come la robiola; in questo caso però usate solo due zucchine al posto di tre, per evitare che risulti troppo densa.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...