martedì 24 gennaio 2017

Amélie docet



“Non ci sono uomini nella vita di Amélie, ci ha provato un paio di volte ma il risultato non è stato all'altezza delle sue aspettative. In compenso, coltiva un gusto particolare per i piccoli piaceri. Tuffare la mano in un sacco di legumi. Rompere la crosta della crème brûlée con la punta del cucchiaino. E far rimbalzare i sassi sul canale Saint-Martin”

Ecco, dopo aver rivisto Il Favoloso Mondo di Amélie ci è venuto un impellente bisogno di preparare la crème brûlée. Ah sì, anche perché a Natale ci hanno regalato un bellissimo cannello per caramellare, che abbiamo aspettato fin troppo ad usare. 
Quindi abbiamo unito l'utile al dilettevole et voilà, la la crème brûlée :)
Latte, panna, uova, vaniglia e zucchero: cinque ingredienti semplicissimi per un dolce facile da preparare e buonissimo. Che poi, in fondo, si tratta di una crema; quello che la rende però unica è la crosticina di caramello che è veramente una goduria da rompere con il cucchiaino...Amélie docet :)
Un appunto per la vaniglia: deve essere quella vera, non polverine strane, mi raccomando. Ok, costicchia, ma volete mettere? Noi la compriamo online a pacchetti di 20 baccelli e si riesce a risparmiare rispetto alle confezioni singole del supermercato. Basta poi conservarla in un barattolo di vetro ben chiuso in modo che non secchi...così la si può tranquillamente tenere in dispensa per un anno, senza problemi.

Crème Brûlée
dosi | 6 persone
latte intero | 300 gr
panna fresca | 300 gr
tuorli | 6
zucchero di canna | 7 cucchiai
bacca di vaniglia | una

Montare i tuorli con 4 cucchiai di zucchero, fino a che non sono chiari e gonfi. Nel frattempo incidere la bacca di vaniglia a metà per il lungo, estrarre i semini con l'aiuto di un coltello e metterli in una pentola assieme al latte e alla panna; portare a ebollizione e poi versare sulle uova montate, mescolando bene con una spatola.
Trasferire il composto in 6 stampini individuali e cuocere in forno caldo a 100° per un'ora; lasciare raffreddare e poi trasferire in frigorifero per almeno tre ore.
Al momento di servire cospargere la creme con lo zucchero rimasto e farlo caramellare con un cannello oppure sotto il grill del forno.

Il consiglio di Joe Toastino
Potete aromatizzare la crema come più vi piace. Ad esempio con della buccia di agrumi, oppure con delle spezie, come cardamomo e cannella. Basta ricordarsi di metterle in infusione nella panna e latte.

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...