lunedì 28 novembre 2016

I Toast di Joe Toastino_Prugne Speziate e Formaggio di Capra


Oggi spezie.

D'altronde si avvicina a grandi passi il Natale e noi abbiamo pensato ad un toast che inizi a farci entrare nell'atmosfera festiva.
Le spezie sono quelle che ricordano di più questo periodo dell'anno: cannella, cardamomo, anice stellato e zenzero...basta sentirne il profumo e ci si trova catapultati sotto l'albero a scartare i regali :)
Il toast che vi proponiamo può essere pensato sia come dessert o come un buonissima colazione, per un ottimo inizio di giornata; magari la domenica, quando si ha più tempo da dedicare a se stessi.
Come sapete, abbiamo una specie di venerazione per il formaggio di capra, quindi ogni scusa è buona per utilizzarlo; in questo caso ancora di più, perchè si accompagna benissimo con il leggero acidulo delle prugne e l'aroma deciso delle spezie. Per il pane questa volta abbiamo usato il pan brioche alla zucca e nocciole, che vi abbiamo proposto poco tempo fa; se ve lo siete perso nessun problema, trovate qui la ricetta :)
E se volete proprio strafare preparate il toast in versione super golosa; invece che far tostare il pane, passatelo nell'uovo sbattuto e poi fatelo dorare in una padella con poco burro. Infine spolveratelo con della cannella e proseguite con la ricetta sotto...vi abbiamo per caso fatto venire voglia di provarlo? ;)

























































In una padella far fondere poco burro e unire, a piacere, zenzero fresco, cannella, cardamomo e anice stellato; far rosolare per qualche minuto, poi aggiungere le prugne tagliate a metà e un cucchiaio circa di zucchero di canna. Continuare la cottura fino a quando le prugne sono morbide e iniziano a rilasciare parte del loro succo. Spegnere il fuoco e tenere da parte.
Prendere una fetta di pan brioche e tostarla in una padella antiaderente, senza grassi; poi adagiarci sopra le prugne, in modo che bagnino leggermente il pane, completare con il formaggio di capra fresco e qualche goccia del sugo di cottura.

venerdì 18 novembre 2016

Zucca bites

Oggi dolcetti.

Da mangiare uno dopo l’altro, come le ciliegie. Con la zucca, ovviamente ;)
Vi proponiamo dei tartufi, tuffati nel cioccolato e completati con un pizzico di fior di sale. Starete pensando…nhaa, troppo complicati da fare. E invece no, escludendo il tempo di riposo, ce la si cava in poco tempo, davvero.
Di questi tartufi, sul web, se ne trovano infinite varianti; possiamo dire che la nostra è un assemblaggio di diverse ricette. Si accomunano quasi tutte comunque per la presenza di biscotti sbriciolati, che poi vengono mescolati a diversi ingredienti in modo da dare consistenza e poter modellare i tartufi.
Nei nostri abbiamo messo, oltre ai biscotti, della zucca cotta al forno e poi ridotta in purea, formaggio spalmabile e cioccolato bianco. Sì, a leggere parrebbe un miscuglio un poco troppo dolce; ma il cioccolato fondente che li ricopre e il pizzico di sale servono a riequilibrare il tutto, tranquilli ;)
E vi diamo anche una piccola idea…Natale si avvicina a grandi passi, perché non prepararli e regalarli? La versione che trovate nella ricetta si deve fare solidificare in frigorifero; nel caso voleste preparare dei pacchettini dono dovrete temperare il cioccolato.
Ma niente di complicato, tranquilli; trovate il procedimento nei consigli di Joe Toastino, dopo la ricetta :)

Tartufi alla Zucca
dosi | 30 tartufi circa
formaggio cremoso | 60 gr
zucchero a velo | 15 gr
zucca cotta | 80 gr
biscotti secchi | 180 gr
cioccolato bianco | 120 gr
cioccolato fondente | 200 gr
cannella | mezzo cucchiaino
noce moscata | un pizzico
fior di sale | qb

Con una frusta montare assieme il formaggio con lo zucchero a velo; aggiungere poi la zucca ridotta in purea, i biscotti passati al tritatutto, il cioccolato bianco fuso a bagnomaria, la cannella e la noce moscata. Mescolare bene fino a che gli ingredienti non sono ben amalgamati e lasciare riposare in frigorifero per un'ora.
Riprendere l'impasto e ricavarne tanti tartufi della dimensione di una piccola noce; tuffarli nel cioccolato fondente sciolto a bagnomaria, trasferirli su una teglia foderata di carta da forno, completarli con qualche granello di fior di sale e lasciarli rapprendere in frigorifero.

Il consiglio di Joe Toastino
Se pensate di preparali per dei regalini di Natale, allora dovete temperare il cioccolato, in modo che si solidifichi a temperatura ambiente e non si sciolga. Lo si può fare anche senza un termometro; tritate il cioccolato e farne sciogliere due terzi a bagnomaria. Toglierlo dal fuoco, unire il restante cioccolato tritato e mescolare fino a che non si sarà sciolto; lasciarlo riposare per 5 minuti poi usarlo per ricoprire i tartufi. Facendo così si solidificherà a temperatura ambiente, senza rischio di sciogliersi successivamente.

giovedì 10 novembre 2016

Arancione

Ve lo avevamo detto, no?

Eccoci con una nuova ricetta a base di zucca.
Oggi una bella insalata autunnale tutta arancione.
Come sapete ci piace molto la zucca al forno, e in questo periodo la prepariamo veramente quasi tutti giorni; abbiamo quindi voluto provare a farla in insalata, con un condimento di quelli che piacciono a noi, agrodolce.
La salsa la avevamo assaggiata qualche tempo fa; un intingolo a base di acciughe, uvette ed erbe aromatiche. Non avendo la ricetta abbiamo provato a ricrearla a casa ed il risultato non si allontana poi molto dall'originale. Non spaventatevi a leggere gli ingredienti che la compongono...sembra che non possano andare d''accordo, ma fidatevi di noi, è buonissima. E sì, ci sono dentro anche basilico e menta; lo sappiamo che non è esattamente la loro stagione, ma nei vasi del nostro balcone ancora sopravvivono quindi perché non utilizzarli? ;)
Altra cosa...usate il mortaio per la salsa, non il frullatore, che spappolerebbe tutti gli ingredienti. Con il mortaio invece si ottiene una consistenza perfetta. Pesto docet :D
Fin qui il condimento. Poi l'insalata si fa veramente da sola; noi abbiamo aggiunto la feta, per dare quel tocco salato a contrastare la dolcezza di zucca e carote. E poi qualche noce...perchè la frutta secca ci sta bene sempre, non servono spiegazioni ;)
Scommettiamo che diventerà la vostra insalata autunnale preferita?

Insalata Tiepida di Zucca e Carote
dosi | 4 persone
zucca | 500 gr
carote | 500 gr
acciughe | 4 filetti
feta | 200 gr
noci | 50 gr
capperi sotto sale | 30 gr
uvette | 30 gr
basilico | un rametto
menta | un rametto
peperoncino | un pizzico
miele | due cucchiai
olio evo | 100 ml
aceto balsamico | un cucchiaio
limone | uno
sale&pepe | qb

Preparare il condimento mettendo in un mortaio l'uvetta ammollata, i capperi dissalati, le acciughe, il basilico, la menta e il peperoncino. Pestare bene fino ad ottenere una pasta, poi unire l'olio, l'aceto e il succo del limone; se serve regolare di sale e pepe e tenere da parte.
Pelare le carote e tagliarle a pezzi regolari di circa due centimetri; metterle in una pentola, coprirle con acqua fredda, portare a bollore e poi scolarle.
Pulire la zucca e tagliarla a pezzi regolari simili alle carote; condirla con un filo d'olio e sale e infornarla a 190° per 10 minuti. Aggiungere poi le carote, sempre condite con olio e sale e proseguire la cotture per altri 10 minuti, o fino a che le verdure non sono tenere. Estrarle poi dal forno, spennellarle con il miele e lasciarle intiepidire.
Dividere poi carote e zucca nei piatti, completare con la feta sbriciolata, i gherigli di noci e servire con la salsa di accompagnamento.

Il consiglio di Joe Toastino
Se volete sperimentare, provate a sostituire il succo di limone con quello di mandarino, più aromatico e dal sapore meno pungente.

martedì 8 novembre 2016

Ancora un Pan Brioche



Zuccazuccazuccazucca.

Dopo l'anteprima con il risotto, eccoci qui a proporvi altre ricette con la zucca. Mettetevi il cuore in pace, per un paio di settimane saremo abbastanza monotoni ;)

La ricetta di oggi è un pan brioche sofficissimo. Lo sappiamo, ve lo abbiamo già proposto il pan brioche, ma questo ha dalla sua parte la zucca, quindi è una variante autunnale, mettiamola così :)
Come tutti i pan brioche si mangia che è una meraviglia a colazione o merenda, ma anche durante i pasti principali fa la sua figura...ecco, ricordatevi che ci sono dentro burro e zucchero, qualche caloria in più rispetto al pane normale ce l'ha.
Ma la cosa che, forse, lo rende più buono rispetto al pan brioche tradizionale è appunto la zucca che gli conferisce, per prima cosa, un bellissimo colore aranciato. E poi una morbidezza data appunto dall'umidità propria della zucca; si conserva tranquillamente per 3 o 4 giorni, senza seccarsi o perdere di fragranza.
Per la ricetta serve la purea di zucca; noi vi consigliamo di cuocerla al forno e poi frullare la polpa con pochissima acqua, in modo da ottenere una crema liscia. Può andare bene anche al vapore, in questo caso non aggiungete acqua quando la frullate; non fatela assolutamente bollire, assorbirebbe troppa acqua e poi a impastarla succederebbe un disastro.
Anche il tipo di zucca è importante; meglio una con la polpa molto compatta, come la mantovana o la butternut. Anzi, se volete un bel colore arancione intenso meglio la mantovana :)


Pan Brioche Zucca e Nocciole
dosi | uno stampo da 30 x 15 x 10 cm circa
purea di zucca | 300 gr
nocciole | 50 gr
lievito fresco | 15 gr
latte | 120 gr
farina 00 | 500 gr
zucchero di canna | 90 gr
burro morbido | 70 gr
uovo | uno
sale | un pizzico

Fare intiepidire il latte, scioglierci il lievito e lasciare riposare 10 minuti.
In una ciotola capiente versare la farina, il sale, lo zucchero, la purea di zucca e il latte; impastare per 10 minuti. Aggiungere poi il burro morbido e continuare a lavorare per altri 10/15 min, fino a che l'impasto non appiccicherà più alle mani; nel caso aggiungere un poco di farina.
Unire per ultime le nocciole, prima fatte tostare e poi tritate grossolanamente, trasferire l'impasto in una ciotola infarinata e lasciarlo lievitare per un paio d'ore al tiepido, o comunque fino al raddoppio di volume.
Riprenderlo l'impasto, lavorarlo velocemente e dividerlo in 6 pezzi uguali; lavorarli fino ad ottenere delle palline, che poi vanno messe nello stampo imburrato ed infarinato, a coppie di due.
Lasciare lievitare di nuovo fino al raddoppio del volume, spennellare con l'uovo sbattuto e cuocere in forno caldo a 180° per 30 minuti, controllando la cottura con uno stecchino di legno.
Sformare e lasciare raffreddare su una griglia per dolci.

Il consiglio di Joe Toastino
Ovviamente le nocciole sono un suggerimento, potete sostituirle con la frutta secca che più vi piace...e magari arricchire il tutto con qualche goccia di cioccolato :)
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...