lunedì 31 ottobre 2016

Un dolce ricordo

Tradizione e ricordo.

La ricetta che vi proponiamo oggi è tipica lombarda, del periodo della commemorazione dei defunti; le sue origini si perdono nella tradizione contadina. 
In Lombardia e nel milanese si riteneva che ogni anno le anime dei defunti si ripresentassero nelle loro case, abbandonando per poco l'aldilà. Per questo, per confortarle e omaggiarle, si preparava un pane dolce da mettere in tavola, come se i propri cari fossero ancora accanto ai vivi.
Il Pan dei Morti, come gran parte delle ricette contadine, è un geniale modo di utilizzare gli avanzi della dispensa, creando un piatto sostanzioso e, al tempo stesso, buono. E come gran parte delle ricette contadine ne esistono un'infinità di varianti, che nel corso del tempo hanno anche subito modifiche, adattandosi ai gusti e agli ingredienti del tempo. Tantissime ricette, che magari differiscono solo di un ingrediente o una dose. Ma la base rimane sempre quella; biscotti sbriciolati e frutta secca. 
Un dolce molto nutriente, adatto alla stagione fredda in arrivo; questa volta non abbiamo voluto fare nessun tipo di modifica alla ricetta che avevamo, una volta tanto ci siamo attenuti a quello che voleva la tradizione :)
E vi diciamo che vengono dei biscotti veramente particolari, che biscotti, in realtà non sono. Meglio paragonarli a dei panini, appunto, molto densi. Inaspettatamente non sono troppo dolci, anzi; poi l'uvetta e i fichi secchi nell'impasto, che si trovano ad ogni boccone, regalano una consistenza decisamente interessante.
E poi Halloween è dietro l'angolo, sono perfetti da preparare assieme ai bambini per poi regalarli agli amici; infatti non bisogna stare troppo attenti ai procedimenti, in fondo si tratta solo di impastare assieme tutti gli ingredienti. E l'impasto ha una consistenza molto simile alla plastilina, quindi si divertiranno un sacco a collaborare anche loro alla preparazione :)

Pan dei Morti
dosi | 18 pezzi circa
amaretti | 100 gr
biscotti secchi | 100 gr
savoiardi | 300 gr
mandorle | 100 gr
uvette | 100 gr
fichi secchi | 100 gr
zucchero | 280 gr
farina | 230 gr
cacao amaro | 40 gr
vino dolce | 100 gr
lievito per dolci | due cucchiaini
albumi | 6
cannella | un cucchiaino
zucchero a velo | qb

Sciacquare le uvette e poi metterle a bagno con il vino; lasciare riposare per un paio d'ore.
Passare nel tritatutto gli amaretti, i biscotti e i savoiardi, fino ad ottenere una farina fine. Tritare anche le mandorle, assieme a due cucchiai di zucchero presi dal peso totale.
In una grossa ciotola unire la farina di biscotti, le mandorle tritate, lo zucchero, il cacao, il lievito, la farina e la cannella. Mescolare bene poi aggiungere i fichi secchi tritati a coltello, le uvette e il vino servito ad ammollarle; iniziare ad amalgamare gli ingredienti, poi unire gli albumi ed impastare con le mani fino ad ottenere un composto denso ma malleabile.
Prendere dei pezzi di impasto da 90 gr circa e dargli una forma ovoidale, dello spessore di un centimetro. Cuocere in forno caldo a 180° per 20 minuti, sfornare, cospargere con zucchero a velo e lasciare raffreddare completamente.
Il pan dei morti si conserva tranquillamente per due settimane circa, chiuso in una scatola di latta.

Il consiglio di Joe Toastino
Potete anche fare delle sostituzioni per quello che riguarda la frutta secca da usare; nocciole al posto delle mandorle, oppure albicocche invece dei fichi. L'importante è mantenere sempre la proporzione degli ingredienti.

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...