mercoledì 24 febbraio 2016

Emme maiuscola

Il Minestrone.

Sì, con la emme maiuscola. Quello dove si può trovare dentro, praticamente, tutto l'orto.
In questo caso, vista la stagione, è un minestrone invernale. L'idea è nata dopo aver preso al mercato un paio di rape che, sinceramente, non avevamo mai assaggiato...da quell'acquisto, fatto più per curiosità, che per altro, è nata l'idea della ricetta di oggi.
Diciamocelo chiaramente, la rapa da sola sa proprio di poco, poverina. Consistenza piacevolmente croccante, ma sapore non pervenuto. In qualche modo  però la dovevamo cucinare; ci è venuto quindi in mente di inserirla, assieme ad altre verdure invernali, in un bel minestrone, che, nella giusta dose, può tranquillamente anche fare da piatto unico; nella nostra versione abbiamo messo della pasta mista, ma nessuno vi vieta di provarlo con il riso. Si tratta solo di regolarsi con i tempi di cottura, nulla di difficile.
Verdure invernali: patata, rapa e zucca come base. La patata, cuocendo, si sfalderà quel tanto abbastanza da rilasciare l'amido e rendere il minestrone cremoso; la zucca e la rapa invece mantengono di più la cottura, dando quindi consistenza.
A metà cottura abbiamo poi unito fagiolini e cavolo nero, in modo da non farli scuocere e dare croccantezza. La pasta serve, come dicevamo, a far diventare il minestrone un bel piatto unico, da mangiare anche a temperatura ambiente, perché no?
Questa è la nostra ricetta, ma voi provate a variarla; perché non provate ad aggiungere anche broccoletti e cavolfiore? O qualche cima di rapa? O dei carciofi? Insomma, sbizzarritevi a creare il vostro Minestrone :)
Ah, ve ne siete accorti che è una ricetta vegana? ;)

Minestrone invernale
dosi | 4 persone
sedano | 3 coste
carote | 4
cipolla | 2
rape | 180 gr
zucca| 150 gr
fagiolini | 100 gr
patate | 250 gr
cavolo nero | 2 manciate
prezzemolo | qualche rametto
pasta secca mista | 200 gr
olio evo | 4 cucchiai
aglio | 3 spicchi
peperoncino | uno
sale&pepe | qb

Per prima cosa preparare il brodo di verdure. Lavare e mondare e mettere in una grossa pentola 2 carote, 2 coste di sedano, una cipolla, 2 spicchi d'aglio, i rametti di prezzemolo, qualche bacca di pepe e due cucchiai rasi di sale grosso. Coprire con abbondante acqua, portare a bollore, abbassare il fuoco, mettere il coperchio e lasciare sobbollire per un'ora e mezza.
In una pentola capiente, meglio se di coccio, versare l'olio e l'aglio e il peperoncino; farli dorare, poi eliminare l'aglio ed aggiungere cipolla, sedano e carota tritati. Cuocere fino a che non sono teneri, poi unire patata, rapa e zucca tagliati a cubetti; lasciare insaporire per qualche minuto e versare a filo il brodo caldo. Lasciare cuocere a fuoco basso per 20 minuti, poi aggiungere i fagiolini e il cavolo nero; dopo altri 10 minuti unire la pasta e, se serve, altro brodo.
Portare a cottura la pasta, lasciare riposare per 5 minuti, poi servire con un filo d'olio a crudo.

Il consiglio di Joe Toastino
Sarebbe meglio preparare il brodo il giorno precedente, in modo che possa riposare tutta la notte e insaporirsi al meglio; in questo caso lasciatelo raffreddare a temperatura ambiente e poi conservatelo in frigorifero, senza eliminare le verdure. 

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...