venerdì 8 gennaio 2016

Anno nuovo, ricetta vintage

Innanzitutto buon anno!!

Oggi siamo vintage.
Nel senso che la ricetta che vi proponiamo arriva direttamente dagli anni '70. Questo piatto lo prepara sempre per le feste una delle nostre mamme.
Si tratta di patè di fegato di vitello. Che detto così potrebbe far storcere il naso, lo sappiamo.
Ma immaginate un bambino di 5 anni che nel piatto si ritrova una fetta di questo patè, senza che la mamma gli abbia detto che cos'è. E immaginate questo bambino che fa il bis. E continuate a immaginare questo bambino che ogni anno chiede questo piatto, perché ormai per lui vuol dire Natale. Il bambino cresce e la mamma gli svela finalmente che cosa c'è dentro quella cosa che ogni pranzo di Natale è in tavola. Succede che il bambino non dice nulla e che tutt'ora, parecchi anni dopo, continua a chiedere alla mamma questo piatto per le feste.
Avrete capito che il bambino è uno di noi due e che se lui ha superato il fatto che sia fatto con del fegato potete superarlo anche voi, nel caso abbiate dei dubbi. Sì, perché questo patè è veramente buono, non ha il retrogusto forte del fegato. Solo il leggero sentore del cognac e del marsala e quel buon sapore che solo il burro, tanto burro, può dare.
Capirete quindi perché lo si prepara solo una volta all'anno...è una bomba calorica che va centellinata; e quale periodo migliore se non le feste natalizie, dove qualche peccato di gola lo possiamo fare? :)
Ora, questo bambino il patè lo mangia solo sotto natale, ma voi lo potete preparare per qualsiasi occasione...ecco, magari non d'estate, diventerebbe un filo impegnativo. Si possono preparare anche delle mono porzioni da servire come antipasto, magari a una cena a cui tenete molto.
Insomma, fate voi, ma non rivelate che cosa c'è dentro fino a che tutti non lo avranno assaggiato. Rimanete sul vago...è patè. Scommettiamo che poi, anche rivelato l'ingrediente segreto, nessuno lo rifiuterà? :D


Patè di Fegato
dosi | 8 persone
fegato di vitello | 300 gr
prosciutto cotto | 100 gr
burro | 200 gr
cipolla bianca | una media
alloro | 4 foglie
latte | qb
marsala | 2 bicchierini
cognac | 2 bicchierini
olio evo | 2 cucchiai
sale&pepe | qb

Pulire il fegato, tagliarlo a fettine, metterlo in una ciotola di vetro, coprirlo a filo con il latte e lasciarlo riposare coperto in frigorifero per almeno 12 ore.
Riprendere il fegato, scolarlo, tamponarlo con della carta da cucina e poi tritarlo al coltello. Tritare allo stesso modo anche il prosciutto cotto.
In una padella ampia scaldare l'olio e soffriggere la cipolla tritata; quando è morbida aggiungere il fegato, il prosciutto e le foglie di alloro. Far cuocere per 5 minuti, poi sfumare con un bicchierino di marsala e uno di cognac; lasciare evaporare, salare, pepare e far cuocere coperto, fino a che il fegato non è ben cotto. Lasciare raffreddare.
Eliminare le foglie di alloro e trasferire il tutto in un tritatutto; far andare fino a che il composto non è ben tritato, poi aggiungere poco a poco il burro freddo tagliato a cubetti, sempre frullando. Unire poi un bicchierino di marsala e uno di cognac e frullare fino a che il composto non sarà liscio ed omogeneo. Se necessario regolare di sale e pepe.
Foderare uno stampo con della pellicola da cucina, versarci il patè e lasciare consolidare in frigorifero per almeno una notte. Prima di servirlo lasciarlo a temperatura ambiente per dieci minuti.

Il consiglio di Joe Toastino
Vi consigliamo di servire questo patè con dei cubetti di gelatina. Prendete un dado per fare la gelatina (lo trovate tranquillamente al supermercato) e preparatela seguendo le istruzioni. Versatela poi in una teglia larga e bassa, aspettate che si consolidi, tagliatela a cubetti e mettetetela nel piatto, tutt'attorno al patè.

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...