giovedì 10 dicembre 2015

Bûche de Noël alla nostra maniera

Ok iniziamo.

Da oggi e fino a Natale (ok, magari fino alla Befana), vi proporremo delle ricette che potrete condividere con i vostri amici durante le innumerevoli cene che in questo periodo impegnano un giorno sì e l'altro pure, le agendine. Ricette che vanno bene anche da usare come regali di Natale...in fondo, se è fatto con le nostre mani è ancora più gradito, no? ;)
Apriamo con un dolce che non manca mai sulle tavole natalizie francesi, è una sorta di porta fortuna, come per noi il cotechino e lenticchie all'ultimo dell'anno: il Bûche de Noël. 
Una pasta biscotto spalmata con crema di castagne e panna, arrotolata poi su se stessa, ricoperta di ganache al cioccolato e decorata come un tronco, con bacche e foglie di pungitopo.
Una cosa un pochino laboriosa per quanto riguarda la decorazione; e anche per la preparazione, non tanto per la pasta biscotto, quanto per il passaggio dell'arrotolarla con dentro la crema; noi lo abbiamo già provato a fare qualche volta e puntualmente la crema scappava dai lati finendo sul piano di lavoro, sul pavimento, sulle mani, vestiti, faccia, capelli. Un manicomio, insomma.
Questa volta abbiamo cambiato un poco le carte in tavola e fatto qualche variante. Lo abbiamo assemblato dentro ad uno stampo rettangolare...e la crema è rimasta bellina al suo posto. Non più un rotolo ma un lingotto :D
Gli ingredienti sono stati tutti rispettati, anche la ganache, che però è finita all'interno del dolce; per la decorazione abbiamo pensato di ricoprirlo con tante piccole meringhe, preparate con la ricetta che abbiamo pubblicato qualche tempo fa e che potete trovare qua. Diciamo che è un Bûche de Noël alla Joe Toastino, differente nella forma dall'originale, ma molto simile nella sostanza. Le meringhe sono una piccola variazione, ma ci stanno veramente bene; non si dovrebbe fare, ma ci facciamo i complimenti da soli :)

Bûche de Noël
dosi | 6 persone
uova | 4
albumi | 3
zucchero | 175 gr più quello per la meringa
farina | 70 gr
cacao amaro | 25 gr
panna | 300 gr
cioccolato fondente | 100 gr
castagne cotte | 200 gr
zucchero a velo | 15 gr
rum | 15 ml
caffè in polvere | un cucchiaino
cioccolato fondente | 75 gr
zucchero a velo | 50 gr
acqua | 50 gr
marron glacè | qb

Lavorare le uova con 125 gr di zucchero, fino a che non saranno gonfie; setacciare, poco alla volta, farina e cacao e incorporarli delicatamente alle uova. Versare il composto su una teglia rettangolare coperta con carta da forno e cuocere a 180° per 10/12 min; sfornare e lasciare raffreddare completamente.
In un pentolino mescolare assieme l'acqua, 50 gr di zucchero e il caffè, portare a bollore, togliere dal fuoco, far riposare per 10 minuti, poi filtrare.
Mettere il cioccolato tritato in una ciotola e versarci sopra 100 gr di panna portata a bollore; mescolare fino ad ottenere un composto fluido poi lasciare riposare la ganache a temperatura ambiente.
Passare le castagne cotte con lo schiacciapatate o con un passaverdura e mescolarle con la rimanente panna montata, il rum e lo zucchero a velo.
Foderare uno stampo rettangolare da circa 22x10x7 con della pellicola trasparente e rivestirlo sul fondo e sui lati con la torta tagliata a misura, poi spennellare con lo sciroppo al caffè. Versare metà della ganache sul fondo, poi metà della crema di castagne e qualche marron glacè; mettere un pezzo di torta nel mezzo, spennellarlo con lo sciroppo, poi di nuovo la ganache, la crema di castagne e i marron glacè. Chiudere il dolce con un altro pezzo di torta, spennellarlo con lo sciroppo, coprire con la pellicola trasparente e lasciare in frigorifero per una notte.
Riprendere il dolce, metterlo su un piatto da portata e ricoprirlo con delle piccole meringhe, preparate usando i tre albumi e seguendo il procedimento che trovate qua. Per attaccarle al dolce potete usare della crema di castagne;  se non vi è avanzata utilizzate della marmellata di albicocche, prima passata attraverso un setaccio.
Lasciare il dolce a temperatura ambiente per 15 minuti, poi servirlo, se vi piace, spolverizzato con poco cacao.

Il consiglio di Joe Toastino
Al posto delle castagne potete utilizzare una crema di marroni già pronta; in questo caso usatene 150 gr, eliminando lo zucchero a velo.

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...