lunedì 16 febbraio 2015

Una torta furba

Sembra difficile.

Ma non lo è.
Oggi vi vogliamo proporre una torta che parrebbe complicatissima di fare; in realtà è tutta una gran scena, perché la preparazione è banalissima, ci riuscirebbe chiunque, promesso.
Questo dolce nasce come risposta alla domanda che ci siamo fatti qualche giorno fa, quando ci siamo soffermati davanti alle vetrine di una pasticceria. Possibile che se si vuole una torta un minimo carina e la si vuole fare con le proprie mani, bisogna disperarci dietro le ore e usare mille ingredienti e attrezzature?
Ci siamo risposti da soli, facendo questa torta a base di pasta frolla, ganache al cioccolato fondente e bianco e dei lamponi. Basta, nient'altro. Dalla foto sembra chissà che cosa vero? E invece no, tutto molto molto semplice ;)
La torta si fa praticamente da sola; si prepara la frolla e si mette a riposare al fresco, quindi, magari, la si può già impastare la sera prima e tenerla in frigorifero. Lo stesso vale per la ganache al cioccolato; si fa scaldare la panna, la si versa sul cioccolato, la si fa raffreddare velocemente ed è pronta all'uso. Anche questa si può fare il giorno precedente e conservare in fresco; l'unica accortezza è quella di tenerla a temperatura ambiente per un'oretta prima di utilizzarla.
Una volta che tutte le praparazioni sono pronte non bisogna fare altro che assemblarle ed il gioco è fatto; l'unica parte un poco più da precisini è l'uso del sac à poche per decorare la torta. Ma anche questo passaggio è davvero molto semplice, noi non abbiamo nemmeno usato una bocchetta, ma semplicemente tagliato il sacchetto e messo la ganache direttamente sulla torta.
Si completa il tutto con qualche lampone lasciato cadere casualmente, una spolverata di zucchero a velo e avrete il vostro dolce degno della pasticceria sotto casa. Decidete voi se rivelare poi il segreto ai vostri ospiti o lasciar credere di avere passato le ore a sgobbare in cucina ;)

Torta Cioccolato e Lamponi
dosi | 8 persone
farina 00 | 200 gr
burro freddo | 120 gr
uova | uno
zucchero a velo | 80 gr
panna | 250 gr
cioccolato fondente | 150 gr
cioccolato bianco | 100 gr
lamponi | 100 gr
sale | un pizzico

In una ciotola mescolare la farina, il sale e poi aggiungere il burro tagliato a cubetti. Lavorare con le dita fino a che non si formeranno delle briciole; aggiungere l'uovo, e lavorare velocemente fino ad ottenere un impasto liscio. Avvolgere in pellicola da cucina e lasciare riposare al fresco per almeno un'ora.
Riprendere l'impasto, stenderlo in uno spessore di circa 5 mm e foderare una tortiera da 24 cm di diamentro; coprire con della carta da forno, riempire con dei ceci secchi e cuocere in forno preriscaldato a 170° per 20 minuti. Togliere la carta da forno e continuare la cottura per altri 10 minuti.
Nel frattempo preparare le due ganache. Tritare al coltello il cioccolato fondente, quello bianco e metterli in due ciotole di vetro; scaldare fino quasi al bollore la panna, poi versarne 150 gr sul cioccolato fondente e i rimanenti 100 gr su quello bianco. Mescolare bene con due fruste i composti e lasciare riposare fino a che non avranno raggiunto temperatura ambiente.
Versare la ganache al cioccolato fondente in una sac à poche e mettere poi in frigorifero a raffreddare; versare invece quella al cioccolato bianco direttamente nel guscio di frolla e lasciare al fresco.
Riprendere la ganache al cioccolato fondente e, aiutandosi con il sac à poche, metterla su quella al cioccolato bianco; rimettere poi tutto in frigorifero.
Prima di servire la torta, lasciarla per un'ora circa a temperatura ambiente, in modo che le ganache si possano ammorbidire; completare con i lamponi e una spolverata di zucchero a velo.

Il consiglio di Joe Toastino
Se vi piace aggiungete della frutta secca tritata sul fondo della torta, prima di versare la ganache al cioccolato; andranno benissimo delle mandorle o delle nocciole.

giovedì 12 febbraio 2015

I Toast di Joe Toastino_Broccoli e Mozzarella

Broccoli.

Ci piacciono un sacco, è stagione e fanno pure bene. Che altro volere?
A noi i broccoli piace mangiarli in un modo molto semplice semplice, ma saporitissimo: li facciamo cuocere al vapore e poi li saltiamo in padella con olio, acciughe, aglio e peperoncino. Li serviamo solitamene con un formaggio morbido abbastanza neutro, come lo stracchino. Oppure ci condiamo la pasta :)
Stavolta abbiamo pensato di farci un toast, con la mozzarella a bilanciare il sapido del condimento (non eravamo molto sicuri della tenuta dello stracchino); il pane è integrale, la ricetta è esattamente la stessa di quella del primo toast, abbiamo solo sostituito la farina 00. Viene ugualmente un pane molto alto e morbidissimo, perfetto per i nostri toast :)
La prossima volta penseremo a un pane ancora diverso, abbiamo in mente di sperimentare con le farine e gli abbinamenti...intanto provate questo e fateci sapere che ne pensate!


Sciacquare un piccolo broccolo, dividerlo in cimette e cuocerlo a vapore, fino a che non è tenero; farlo raffreddare subito in acqua e ghiaccio, in modo che mantenga il colore verde brillante. Nel frattempo lasciare scolare la mozzarella in un colino, in modo che perda più acqua possibile.
In una padella scaldare due cucchiai di olio evo e far soffriggere l'aglio sbucciato, del peperoncino e 3/4 filetti di acciughe sott'olio; aggiungere poi i broccoli e fare insaporire bene.
Tagliare a fatte la mozzarella, metterla sul pane, aggiungere i broccoli, chiudere con l'altra fetta di pane e far dorare in padella, fino a che il formaggio non inizierà a sciogliersi.

mercoledì 4 febbraio 2015

Torta salata mon amour

Torta salata.

Siamo stati sempre affascianati dalle torte salate, sarà perchè sono molto versatili e si possono personalizzare a piacimento.
Tempo fa abbiamo preso in Francia un libretto che parla di torte salate; non sappiamo se siamo stati più attirati dalle foto o dalle ricette, tutte decisamente molto interessanti.
Recentemente lo abbiamo ripreso in mano; avevamo voglia, appunto, di torta salata. E ci siamo accorti che ci era sfuggita una ricetta che contemplava bietole, frutta secca, uvette e formaggio di capra. Non è tanto per le bietole che abbiamo voluto cucinarla, quanto per l'abbinamento di frutta secca, uvette e formaggio di capra.
Sì, perché a noi il formaggio di capra piace tanto, soprattutto quello che viene usato per questa torta; si tratta di una sorta di brie, molto mordido e cremoso all'interno, con una crosticina bianca all'esterno. Ha la particolarità di cambiare consistenza se lo si lascia maturare; con il passare dei giorni l'interno comincia a compattarsi ed assumere una consistenza sbriciolosa.
Tornando alla torta, se non avete voglia di fare da soli l'impasto per il guscio, potete anche prenderlo già pronto; però ci vuole veramente un momento per farlo da zero. Se non avete il tempo di prepararlo per la cena, impastatelo la sera prima e lasciatelo riposare in frigorifero fino al giorno successivo...poi basterà stenderlo e continuare con la ricetta. Veramente, ci vuole poco, promesso :)

Torta di Bietole
dosi | 6 persone
farina 00 | 200 gr
burro freddo | 90 gr
uova | 3
latte intero | 150 gr
panna | 50 gr
acqua fredda | 20 gr
bietole | 250 gr
uvetta | 30 gr
pinoli | 20 gr
mandorle | 20 gr
formaggio di capra fresco | 100 gr
olio evo | 2 cucchiai
sale&pepe | qb

In una ciotola mescolare la farina, il sale e poi aggiungere il burro tagliato a cubetti. Lavorare con le dita fino a che non si formeranno delle briciole; aggiungere un uovo, sbattuto con l'acqua, e lavorare velocemente fino ad ottenere un impasto liscio. Avvolgere in pellicola da cucina e lasciare riposare al fresco per almeno un'ora.
Riprendere l'impasto, stenderlo in uno spessore di circa 4 mm e foderare una tortiera da 22 cm di diamentro; coprire con della carta da forno, riempire con dei ceci secchi e cuocere in forno preriscaldato a 170° per 20 minuti. Togliere la carta da forno e continuare la cottura per altri 10 minuti.
Nel frattempo pulire le bietole, tagliarle grossolanamente e farle saltare in padella con l'olio, fino a che non sono appassite; salare, pepare e tenere da parte. Tostare i pinoli e le mandorle in una padella antiaderente e mettere a bagno l'uvetta in acqua tiepida, per circa 10 minuti. In una ciotola mescolare le due uova rimaste, il latte, la panna e il sale e pepe.
Riprendere la tortiera e fare degli strati con le bietole, la frutta secca, le uvette scolate e strizzate e il formaggio tagliato a pezzetti; completare con il composto di uova e cuocere a 180° per 20 minuti, o fino a che la superficie è ben dorata.

Il consiglio di Joe Toastino
Potete sostituire le bietole con altre verdure, come gli spinaci o le cime di rapa; il procedimento rimane lo stesso. Nel caso non vi piacesse il formaggio di capra potete usare un formaggio stagionato saporito, come la provola.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...