mercoledì 28 gennaio 2015

Come ti utilizzo gli scarti


Scarti.

Oggi vi proponiamo una ricettina velocissima con quello che di solito finirebbe nel cestino.
Siamo tornati dal mercato con un bel mazzo di carciofi e ci siamo messi a cucinarli come più ci piacciono, ovvero stufati. Di solito non scartiamo quasi niente, mettiamo in pentola anche i gambi; l'unica cosa che finisce nella pattumiera sono le foglie, sempre tutte accartocciate e rovinate.
A questo giro però erano belle grandi, verdi e croccanti, sarebbe stato un delitto non usarle. Quindi abbiamo messo assieme al volo qualche ingrediente per trasformare il tutto in una bella crema; i carciofi sono rimasti nella pentola a stufare, le foglie e i gambi in un'altro tegame. Abbiamo voluto sperimentare, non sapendo esattamente che cosa ne sarebbe uscito, anche perché le foglie, a quanto ci hanno sempre detto, servono per fare decotti per purificare il fegato. Dei beveroni amarissimi insomma. Temevamo ne venisse fuori qualcosa di immangiabile, quindi per precauzione, e anche per rendere un poco più cremoso il tutto, abbiamo aggiunto una patata. Zero latte, panna e simili, volevamo si sentisse il carciofo e basta :)
Non sappiamo se abbiamo avuto il classico colpo di fortuna o che cosa, ma il risultato ci è piaciuto molto. Sa di carciofo, ovvio, ma ha un leggero retrogusto erbaceo, sicuramente dato dall'impiego delle foglie...e in più è un piatto vegano, che ogni tanto non fa male, anzi ;)

Crema di Gambi e Foglie di Carciofi
dosi | 2 persone
gambi e fogli di carciofi | 500 gr circa
patate | una media
cipolla bianca | una piccola
brodo vegetale | qb
limone | metà
olio evo | 2 cucchiai
sale&pepe | qb

Lavare i gambi e le foglie dei carciofi; pulirli poi molto bene, eliminando le parti dure, quelle rovinate e le spine. Tagliare il tutto a pezzetti di circa 1 cm e mettere in acqua acidulata con mezzo limone. Tagliare allo stesso modo le patate e metterle in acqua fredda.
Scaldare in una pentola l'olio, aggiungere la cipolla tritata e lasciare soffriggere; aggiungere le altre verdure, scolate dall'acqua, fare insaporire per un paio di minuti e poi coprire al filo con il brodo caldo.
Portare a cottura, poi passare il tutto con un frullatore ad immersione; regolare di sale e pepe e servire subito. Per la consistenza regolatevi con il brodo: se volete la crema più densa lasciatela sul fuoco a ridurre, dopo aver frullato il tutto. Se la volte più liquida aggiungete del brodo, fino a che non otterrete il risultato che più vi piace.

Il consiglio di Joe Toastino
Per completare la crema potete aggiungere qualche dadino di pane integrale saltato in padella con un goccio di olio e un rametto di rosmarino.

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...