lunedì 28 aprile 2014

Una piacevole scoperta

La premessa non è delle migliori.

Nel senso che non è che questa ricetta ci convincesse fino in fondo. Non per l'esecuzione, più che altro non ci convinceva l'accoppiata dei due ingredienti principali...peperoni + formaggio di capra = digestione per il 2015.
Un passo indietro: dovevamo preparare qualcosa da portare a un picnic e la solita combo di pasta sfoglia, formaggio e prosciutto...nhaaa. Abbiamo quindi sfogliato un libro di torte salate preso durante un recente viaggio in Francia e ci è cascato appunto subito l'occhio sulla Tart de poivrons grillés&chèvre frais. E non è che ha attirato l'attenzione per la torta in se, ma come dicevamo per gli ingredienti anti digestivi; però ormai eravamo curiosi e avevamo tante cavie a cui farla assaggiare (ci sappiamo far volere bene, lo sappiamo), quindi...via libera alla torta con crema di peperoni.
Piccola parentesi casearia. Se al supermercato, qua in Italia, cerchi il classico caprino il più delle volte di caprino ha solo il nome, infatti è prodotto con latte di mucca, difficilmente si trova quello fatto con latte di capra. Abbiamo quindi ripiegato su un formaggio tale e quale al brie, ma di latte caprino e a forma di cilindretto; come al solito abbiamo fatto qualche variate della ricetta originale, ma stavolta è stato per cause di forza maggiore e fare una caccia al tesoro alla ricerca del formaggio esatto...no, non ci andava.
Presi tutti gli ingredienti ci siamo messi all'opera; diciamo che la torta in se è abbastanza veloce da fare, l'unica parte noiosa è cuocere i peperoni e spellarli, ma superato quel passaggio si fa in un attimo, si frulla il tutto e poi via in forno. Si, noi ci siamo messi anche a fare da zero la pasta dell'involucro, questo allunga i tempi di preparazione, ma esistono sempre le paste già belle pronte all'uso, no? ;)
Preparata, cotta, fotografata, impacchettata e portata al picnic per la prova assaggio, ovviamente senza sbottonarsi troppo sugli ingredienti...mha, si...è una torta salata, assaggiate. Bhe, è sparita in un momento, i peperoni non hanno fatto vittime; ovviamente il peperone si sente, ma è in equilibrio perfetto con il formaggio di capra, le mandorle e la punta di fresco del limone rimangono in sottofondo e bilanciano il tutto. E cosa più importante, nessun problema digestivo pervenuto, quindi ve la consigliamo per le vostre future scampagnate :)

Torta di Peperoni
dosi | 6/8 persone
burro freddo | 90 gr
uova | 4
acqua fredda | 20 ml
latte | 300 ml
peperoni rossi | 400 gr
mandorle | 50 gr
limone | uno
aglio | uno spicchio
olio evo | 3 cucchiai
aceto balsamico | 2 cucchiaini
formaggio di capra fresco | 100 gr
sale&pepe | qb

Preparare la pasta mescolando la farina con il sale, aggiungere il burro freddo tagliato a pezzetti e iniziare a impastare con le dita formando delle briciole. A questo punto aggiungere un uovo, l'acqua fredda e continuare a impastare velocemente, fino ad ottenere un impasto omogeneo e liscio. Avvolgerlo in della pellicola da cucina e lasciarlo riposare in frigorifero per almeno un'ora.
Riprendere la pasta dal frigorifero, stenderla in uno spessore di circa 5 mm e adagliarla in una tortiera da 24 cm di diametro, rivestita di carta da forno. Lasciare riposare in frigorifero per 30 minuti.
Lavare e asciugare i peperoni, metterli su una teglia e cuocere in forno preriscaldato a 200° per 25 minuti circa o fino a quando la pelle sarà abbrustolita, ricordandosi di girarli ogni 5 minuti, per far cuocere uniformemente tutti i lati. Mettere i peperoni in un sacchetto di carta, chiuderlo bene e lasciarli raffreddare.
Abbassare la temperatura del forno a 160°, prendere la teglia dal frigorifero, coprire la pasta con un pezzo di carta da forno, versarci sopra dei fagioli secchi e cuocere per 30 minuti. Togliere i fagioli, la carta da forno e far cuocere ancora per 5 minuti per fare asciugare la pasta.
Riprendere i peperoni, togliere la pelle e metterli in un frullatore, tenendo da parte circa metà peperone. Aggiungere l'olio, l'aceto, le mandorle la scorza grattuggiata del limone, sale, pepe e frullare fino ad ottenere un composto liscio.
In una ciotola sbattere le uova rimanenti, il latte, la panna, sale, pepe, il composto di peperoni e mescolare bene con una frusta.
Tagliare a listarelle il mezzo peperone rimasto, metterlo sul fondo precotto della torta assieme al formaggio di capra, coprire il tutto con il composto di uova e peperoni e cuocere per 30/40 minuti, fino a quando la superficie sarà ben dorata.

Il consiglio di Joe Toastino
Lasciate riposare la torta un paio d'ore prima di mangiarla; i sapori si amalgameranno al meglio e il ripieno avrà il tempo di addensarsi quel tanto che basta da tagliarla senza problemi.

2 commenti:

  1. Caro Joetoastino,
    questa volta commento in estremo ritardo sulla pubblicazione del tuo post causa giorni molto impegnati, ma commento, devo commentare perché sono una accanita fan dei peperoni. Tu mi vizi!!! Ché i peperoni saranno pure pesanti da digerire ma sono così tanto buoni... dalla scorsa estate ne ho sviluppato una specie di dipendenza... ;)
    Beh, non mi resta che cogliere la prima occasione buona per preparare questa delizia di torta rustica. Mi piace molto l'idea di usare parte dei peperoni frullati nella farcia...credo che dia maggiore uniformità al gusto. Bene bene quindi.
    Come sempre grazie e a presto! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Valentina!! Devi scusare anche me per la risposta tardiva, ma vari impegni hanno un po' "distratto" anche noi, siamo tutti giustificati!! ;) Fan accanita dei Peperoni!? Ottimo!! Devi assolutamente provare a farla, e frullarli nella farcia converisce davvero uniformità al composto e ovviamente al gusto!! ;)
      Baci e a presto!

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...