mercoledì 12 febbraio 2014

La pasta come un risotto



Pasta&fagioli.

Cucinata come un risotto però.
Niente di complicato, tranquilli, si tratta solo di ribaltare i passaggi. Pasta all'inizio invece che alla fine :)
E non è poi un'idea così strana, soprattutto quando si tratta di fare queste paste “zuppose”; aggiunta all'inizio della cottura, assieme al soffritto, la pasta aggiunge un saporino tostato che è fantastico. Anche perché si tratta di un piatto con pochissimi ingredienti, dai gusti decisi, quindi il fatto che si senta non fa altro che aggiungere punti a favore.
Questa ricetta è una di quelle che facciamo quando abbiamo voglia di qualcosa di caldo e buono o quando ci si ritrova con dei rimasugli di pasta che da soli non fanno una porzione e messi assieme non si potrebbero usare, per le diverse cotture che hanno. Quindi soluzione: riunirli, romperli alla bell'è meglio e cucinarli in una zuppa. Noi stavolta abbiamo barato e usato dei ditali, che comunque anche loro erano pochini e ci stavano chiedendo di usarli.
I fagioli, in realtà, andrebbero usati freschi, al massimo secchi. Sinceramente però, per una voglia dell'ultimo momento, quelli in scatola sono degli ottimi sostituti quando per i fagioli freschi non è stagione e per quelli da mettere prima in ammollo non si ha il tempo di aspettare :D
Dicevamo, si tratta di un piatto semplicissimo, bisogna solo starci un pochino appresso durante la cottura, in fondo si sta facendo un “risotto” no? Come la gran parte delle zuppe andrebbe lasciata leggermente liquida, ma a noi piace più densa...regolatevi voi con il brodo, stando attenti al grado di cottura delle pasta. Insomma, assaggiate, assaggiate e assaggiate :)

Pasta e Fagioli
dosi | 2 persone
pasta corta | 100 gr
fagioli borlotti cotti | 250 gr
aglio | uno spicchio
rosmarino | un rametto
brodo vegetale | qb
olio evo | 3 cucchiai
sale&pepe | qb

In una pentola scaldare l'olio e farci soffriggere l'aglio e il rosmarino tritati (nel caso, l'aglio mettetelo intero e poi levatelo dopo averlo rosolato). Aggiungere poi la pasta, tostarla fino a che non è leggermente biscottata, poi mettere metà dei fagioli schiacciati con una forchetta e mescolare per circa un minuto.
A questo punto iniziare a versare il brodo e, procedendo come per un risotto, aggiungerne mano a mano che viene assorbito. Quando la pasta inizia ad essere al dente aggiungere i restanti fagioli interi e portare a cottura. Regolare di sale e pepe e servire subito con filo d'olio.

Il consiglio di Joe Toastino
Se l'avete, usate una pentola di terracotta, ne guadagnerà il sapore!

2 commenti:

  1. Adoro pasta e fagioli, come adoro quei piatti che profumano di casa, di campagna e di natura. Un piatto povero ma che davvero scalda il cuore. Non avevo mai pensato a farla risottata. La prossima volta voglio provare

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mitica Elenuccia!! Hai colto in pieno le sensazioni che hanno ispirato questa ricetta! Appena la provi "risottata" fammi sapere che ne pensi! E nel frattempo: buon appetito!! :) ❤️

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...